Ru486: Bianchi, basta strumentalizzazioni

Roma, 16 GIU (Il Velino) – “Non credo che la dignita’ della donna venga lesa da una degenza in ospedale: prevedere il ricovero ordinario per la somministrazione della Ru486 mi sembra, piuttosto, una misura indispensabile per tutelare la salute della paziente, evitando che corra rischi inutili”.
Cosi’, in una nota, Dorina Bianchi, vicepresidente dei senatori Udc. “Dietro all’individuazione di strutture idonee – prosegue l’esponente centrista – non c’e’ alcuna scelta ideologica, ma la volonta’ di garantire l’assistenza necessaria a chi decide di sottoporsi a tale procedura. E’ per questo, e anche per evitare che ci siano trattamenti diversi da regione a regione, che e’ necessario che la legge 194 resti il punto di riferimento in materia. Non credo sia giusto – conclude Bianchi – fare opposizione sulla pelle delle persone, in questo caso delle donne. Mi auguro, quindi, che questo tema non sia piu’ strumentalizzato come avviene da mesi”.










Lascia un commento