Federalismo: Casini sfida governo, subito costi standard

(ANSA) – ROMA, 19 GIU – Il governo imponga alle regioni il rispetto dei costi standard invece di quelli ‘storici’. E lo faccia subito, senza attendere le norme sul federalismo fiscale.
E’ questa la ‘sfida’ lanciata da Pier Ferdinando Casini al governo Berlusconi nel corso di un seminario organizzato dal Movimento Repubblicani Europei sul tema ‘un partito per la Repubblica’.
Il leader dell’Udc ha ribadito che a suo avviso il federalismo non potra’ mai essere attuato senza costi aggiuntivi: ‘Le critiche che io rivolgevo in passato a questo provvedimento ora le ha fatte sue Roberto Formigoni’.
Nel suo intervento l’ex presidente della Camera ha confermato la volonta’ di ‘fare un percorso che porti a una formazione nuova con l’apporto di nuove culture di cui c’e’ grande bisogno nella societa’. Bisogna riscoprire un nuovo, sano patriottismo istituzionale e faremo tutto questo insieme senza limitarci a sommare i soggetti che gia’ esistono ma facendo una scommessa per attrarre chi non e’ ancora con noi’.
Al seminario ha partecipato anche il leader dell’Api, Francesco Rutelli, che pero’ non ha potuto ascoltare l’intervento di Casini per impegni presi in precedenza.










Lascia un commento