Lega: Cesa, a Pontida squallido teatrino anti-italiano

(ANSA) – ROMA, 20 GIU – “Bossi e Castelli che evocano la secessione e la liberta’ per la Padania, Calderoli che prende le distanze dall’Inno di Mameli, Zaia che propone liste di collocamento differenziate per gli extracomunitari, la piazza che applaude invocando a gran voce la divisione del Paese: oggi a Pontida si e’ verificato uno squallido teatrino anti-italiano, da cui ci aspettiamo che le anime piú ragionevoli e responsabili del governo e della maggioranza prendano nettamente le distanze”. E’ quanto afferma, in una nota, il segretario dell’Udc Lorenzo Cesa.










Lascia un commento