Fiat: Casini, no a parassitismi e sindacati sessantottini

(ANSA) – ROMA, 21 GIU – ‘A Pomigliano si difende l’Italia.
Si difende la possibilita’ che i nostri lavoratori rimangano qui’. Lo afferma il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini a margine di una manifestazione dell’Aisla, rilevando: ‘Certi parassitismi e certe impostazioni sindacali sessantottine a Pomigliano non devono trovar spazio. Se cio’ avvenisse sarebbe la morte finale dell’impresa italiana’.
Secondo Casini, quella di Pomigliano d’Arco ‘e’ una grande questione nazionale. E’ li’ che dobbiamo dimostrare se l’Italia vuole rimanere un Paese industrializzato o invece gettare la spugna consentendo alle grandi imprese nazionali di andare a investire fuori’. (ANSA).

 










Lascia un commento