Appalti: Rao, preoccupa allarme Authority, servono leggi chiare

 

Roma, 22 giu. – (Adnkronos) – ‘L’allarme corruzione negli appalti lanciato dal presidente dell’Autorita’ per la vigilanza sui contratti pubblici, Luigi Giampaolino, deve preoccupare governo e Parlamento e non puo’ essere lasciato cadere nel vuoto dalla politica’. Lo afferma il deputato dell’Udc, Roberto Rao, componente della commissione Giustizia di Montecitorio.

‘Dai dati dell’Authority -sottolinea l’esponente centrista- emerge l’esistenza in Italia di una radicata e spesso disinvolta illegalita’ che, aiutata da alcune ‘mele marce’ nella pubblica amministrazione, strozza e taglia fuori dal mercato gli imprenditori che rispettano le regole e drammaticamente anche i loro dipendenti’.

‘Mai come in questo momento -rimarca Rao- ciascuna forza politica, sia di maggioranza che di opposizione, e’ chiamata a fare la sua parte, scartando qualsiasi tentazione di lassismo e qualunquismo’.

‘La corruzione -sottolinea ancora il parlamentare Udc- e’ una patologia grave che rischia di infettare tutto il sistema Italia e va combattuta alla radice: e’ giusto promuovere la liberta’ d’impresa, ma servono anche leggi chiare e trasparenti che permettano agli imprenditori onesti di restare sul mercato e competere in un regime di vera concorrenza e che allo stesso tempo -conclude Rao- siano dure e inflessibili con le piccole e grandi ‘cricche’ che non rispettano le regole’.










Lascia un commento