Roma, rifiuti: Onorato, aumenti ingiustificati

(ASCA) – Roma, 23 giu – ‘L’aumento della tariffa sui rifiuti appare del tutto ingiustificato: se il Comune non ha ancora approvato il contratto di servizio per l’Ama a fronte di che cosa chiede nuovi sacrifici a imprese in difficolta’ e a cittadini gia’ abbastanza tassati?’. Lo dichiara in una nota il capogruppo Udc in Campidoglio Alessandro Onorato.
‘Gli aumenti sono possibili solo a fronte di un concreto miglioramento del servizio, ma come fa l’Ama a stabilire i costi da sostenere senza sapere per esempio il piano degli interventi di pulizia sulle strade?- Si domanda Onorato – E’ evidente che se non si conoscono con certezza i turni per la pulizia delle strade o per la raccolta dei rifiuti e’ impossibile stabilire il costo appropriato’.
‘Desta inoltre grande preoccupazione – continua Onorato – la situazione della raccolta differenziata, a cui l’Ama attribuisce l’aumento della tariffa che costera’ alla citta’ di Roma 31 milioni di euro in piu’ rispetto allo scorso anno’.
‘A fronte di questi disagi, e a fronte del costo ingente del servizio, dal piano finanziario dell’Ama per il 2010 – spiega – scopriamo anche che non tutta la raccolta differenziata viene riciclata, mentre aumenta quella destinata alla discarica di Malagrotta’.<br /> 'Piuttosto che chiedere un aumento totalmente ingiustificato – conclude il capogruppo Udc – il Sindaco Alemanno farebbe bene a vigilare sulla reale efficienza del servizio'.

 

 










Lascia un commento