Sanità: D’Alia, in atto operazione per mettere in ginocchio farmacie

ROMA (ITALPRESS) – “Se l’intento e’ quello di mettere in ginocchio le farmacie, e’ stata presa la strada giusta”. Cosi’ Gianpiero D’Alia, presidente dei senatori Udc, dopo la bocciatura in Commissione Bilancio degli emendamenti presentati dal gruppo all’articolo 11 della manovra finanziaria.
“Le nostre proposte, prima fra tutte quella di ridurre del 3,3% i prezzi dei medicinali concedibili dal Servizio Sanitario nazionale – spiega l’esponente centrista – sono funzionali a ridistribuire l’onere della manovra su tutte le categorie che compongono la filiera farmaceutica senza gravare sulle sole farmacie; una soluzione, questa, che di fatto avvantaggia anche i cittadini che pagano meno i farmaci che acquistano in contanti, senza ricorrere alle prestazioni del SSN.Piu’ che prevedere il coinvolgimento dei grossisti nella gestione delle farmacie ospedaliere – aggiunge poi D’Alia – nel bieco tentativo di ‘scavalcare’ le farmacie e riducendo cosi’ le opzioni terapeutiche a disposizione dei medici e dei cittadini, a nostro avviso sarebbe opportuno rendere uniformi sul territorio nazionale le modalita’ di svolgimento ed i costi dell’erogazione dei farmaci. In pratica, sarebbe piu’ logico impegnarsi per rendere omogeneo l’accesso ai medicinali nel nostro Paese nel rispetto della professione dei farmacisti e avendo come unico obiettivo la tutela del piu’ importante dei diritti dei cittadini, cioe’ la salute. Sono queste le nostre priorita’ – conclude – ma oggi siamo costretti a prendere atto che sono tutt’altro che condivise”.

 










Lascia un commento