Expo 2015: Libé, Italia rischia mortificazione internazionale

Roma, 30 giu. (Adnkronos) – ‘L’organizzazione dell’Expo di Milano del 2015 rischia di trasformarsi da una grande occasione in una terribile figuraccia che screditerebbe il Paese davanti a tutto il mondo’. Lo dichiara il capogruppo dell’Udc in commissione Ambiente e Lavori pubblici alla Camera, Mauro Libe’, che per chiarire gli aspetti piu’ oscuri della vicenda ha presentato un’interrogazione parlamentare.
‘I finanziamenti pubblici per l’Expo – prosegue l’esponente centrista – per la crisi si sono ridotti quasi a zero e anche quelli privati sono molto diminuiti. Fino ad oggi, non si e’ fatto nessun passo avanti, ma solo polemiche: tra la Moratti e Formigoni e sulla nomina di Lucio Stanca ad amministratore delegato della societa’ Expo.
Le sue recenti dimissioni, poi, pongono degli interrogativi ancora senza risposta’.
‘Mentre il centrodestra si e’ diviso in beghe da cortile indegne di un grande Paese – ha concluso Libe’ – gli organismi internazionali hanno sollecitato una maggiore celerita’ del processo organizzativo. Il governo, gli enti locali e tutti i soggetti coinvolti si rimbocchino le maniche per evitare che l’Italia intera subisca una mortificazione che non potrebbe non avere delle serie ripercussioni sulla sua credibilita’ internazionale’.

 

 

 

 

 

 










Lascia un commento