Latte: Delfino, non c’e’ alternativa a legalità

(AGI) – Roma, 30 giu. – “C’e’ la necessita’ di affrontare la crisi del settore lattiero-caseario attivando le risorse gia’ stanziate (i 45 milioni previsti dalla legge 33/E008) e di garantirne altre per rilanciare il settore dando totale priorita’ ai produttori che si sono messi in regola. Purtroppo la Lega Nord ha oggi gettato la maschera: dopo aver regalato le quote agli splafonatori, ora vuole scaricare le multe sugli altri settori agricoli perche’ “i furbetti del latticino” non vogliono pagarle. Un atteggiamento politico grave quello della Lega Nord a favore dell’illegalita’, a sostegno di quei produttori che dopo il regalo delle quote vogliono l’abolizione delle multe. Diamo atto al Ministro Galan di aver dissipato ogni dubbio sulla applicazione delle leggi 119 e 33, che devono essere attuate senza alcuna incertezza dalle Regioni”.
Lo ha dichiarato l’on. Teresio Delfino, parlamentare Udc, commentando l’intervento del Ministro Galan.
“Il suo intervento – ha spiegato – e’ stato trasparente e chiaro. Durante l’audizione in Commissione Agricoltura ha ribadito che la legge vigente va applicata senza alcuna possibilita’ di rinvio nel pagamento delle multe. Ha fatto presente che il Commissario per l’agricoltura della Commissione Europea Mariann Fischer Boel fin dal 20 novembre 2009 ha risposto negativamente alla richiesta dell’allora Ministro Zaia di una dilazione del debito che va interamente rimborsato secondo gli accordi intercorsi”.
Il Ministro Galan ha detto “con grande forza che non c’e’ nessun dubbio sui conteggi effettuati da AGEA, ha concluso Delfino, respingendo interamente i dubbi sollevati in merito dalla Relazione del Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari”.

 










Lascia un commento