Intercettazioni: Casini, Ddl crea problemi seri ad autonomia giornalisti

ROMA (ITALPRESS) – “A me colpisce molto questo appello continuo allo sciopero della gente nei confronti dei giornali che fa il presidente del Consiglio”. Lo ha detto a Sky Tg24 Mattina il leader dell’Udc Pierferdinando Casini. “Bisogna abituarsi a concepire la democrazia anche come diritto di critica. I giornali a volte criticano il Presidente del Consiglio ma viene criticato a partire dai suoi giornali, dai giornali di proprieta’ di suo fratello e da Libero che e’ un giornale di destra. Tutti criticano le indecisioni del governo – ha spiegato Casini nel corso di ‘Un caffe’ con…’ – ma non mi sembra che ci sia un particolare accanimento”.

Nel disegno di legge sulle intercettazioni, “si crea un problema serio nel rapporto tra la proprieta’ editoriale e l’autonomia del corpo redazionale – ha aggiunto -. Il proprietario dei giornali subira’ delle multe talmente alte che lo indurranno inevitabilmente a violare l’autonomia del corpo redazionale, a ingerirsi sulle scelte della pubblicazione di varie notizie. Il problema, esiste, la tutela della privacy va garantita – ha concluso il segretario dell’Udc – ma per ovviare un problema non si puo’ crearne uno piu’ grosso”.










Lascia un commento