Manovra: Mantini, programmazione statale non e’ federalismo

(AGI) – Roma, 2 lug. – “Come conferma lo scontro con le Regioni sulla manovra finanziaria il federalismo fiscale, che si basa sul passaggio dalla spesa storica ai costi standard, altro non e’ che una forma rigida di programmazione statale imposta alle Regioni”. Lo afferma Pierluigi Mantini, dell’Udc, che prosegue: “Il federalismo non c’entra proprio nulla perche’ mancano le intese volontarie tra i soggetti ed e’ lo Stato a decidere “dall’alto”. Questa osservazione non e’ secondaria perche’ le parole hanno il loro peso e la cultura della Lega e’ secessionista non federalista. Lo dico per chiarezza anche a Montezemolo e a quanti dichiarano di apprezzare il cosidetto Federalismo fiscale. Basta con le confusioni concettuali e le mistificazioni, se vogliamo fare risparmi programmati della spesa pubblica inefficiente noi ci siamo. Con le parole giuste e con i fatti, non e’ piu’ tempo di imbrogli”.










Lascia un commento