Lavoro: Buttiglione, l’occupazione viene prima dei tagli

(AGI) – Roma, 2 lug. – “Come ricorda la dottrina sociale cristiana e la Centesimus Annus, un sistema economico che non offra un numero adeguato di posti di lavoro non puo’ considerarsi un sistema economico etico. Benvengano le riduzioni degli sprechi e i bilanci statali sani, ma le priorita’ oggi sono il lavoro e l’occupazione. E’ dovere dei governanti operare per produrre posti di lavoro produttivi. E’ il momento di avviare su questo percorso una grande politica economica europea , anche con un moderato ritorno a un sano keynesismo che preveda investimenti statali nello sviluppo per creare posti di lavoro migliorando la competitivita’ dei Paesi europei. Tale politica puo’ funzionare molto bene, ma solo a patto che sia sviluppata a livello europeo e non nazionale. Il governo italiano deve impegnarsi a spingere l’Europa su questa linea, nell’interesse dei nostri giovani ma anche del futuro di tutto il Paese e del continente”. Lo ricorda il presidente dell’UDC Rocco Buttiglione.










Lascia un commento