Manovra: De Poli, Governo costretto a dietrofront anche su disabili

Roma, 7 lug. – (Adnkronos) – “Sono vicino alle associazioni di disabili, Fish e Fand, che oggi hanno manifestato a Roma. Il governo ha dimostrato ancora una volta di non essere in grado di guidare il Paese: tagliare, far manifestare i diretti interessati, e poi forse restituire il mal tolto”. Lo dichiara Antonio De Poli parlamentare Udc, riferendosi alla protesta inscenata questa mattina di fronte alla Camera dalle associazioni dei disabili che hanno protestato per i tagli contenuti nella finanziaria.
“E’ stata necessaria una mia interrogazione al presidente del Consiglio per far ritornare la soglia di invalidita’ al 74%. Trovo vergognoso che persone con disabilita’, che gia’ lottano giorno dopo giorno per vivere il quotidiano, debbano lottare anche contro chi dovrebbe difendere e garantire loro i diritti. Si trovano soldi per aprire nuovi ministeri, si trovano soldi per fare le cose che sono di interesse di questa maggioranza, ma non per fornire un adeguato servizio a chi paga le tasse tutti i giorni, ai tanti cittadini in difficolta’ che non riescono ad arrivare a fine mese”.










Lascia un commento