Appalti, eolico: D’Alia, quadro torbido. antimafia acquisisca atti

(ASCA) – Roma, 8 lug – ‘Dall’ordinanza del Gip che riguarda la vicenda sugli appalti dell’eolico sta emergendo un quadro torbido e preoccupante per l’Italia e le sue istituzioni: sembrerebbe infatti di essere di fronte a un sistema di potere che va ben oltre la gestione degli appalti, ma che mira a condizionare, intimidire e assoggettare parti dello Stato. E’ necessario che le indagini facciano la massima chiarezza su ogni aspetto senza trascurare nulla, perche’ sembra proprio che non si stia parlando solo di furbetti o di cricche, ma di un’organizzazione con un disegno criminale molto piu’ ambizioso, che riporta purtroppo alla mente tristi episodi della nostra storia repubblicana’. Lo afferma, in una nota, il presidente dei senatori dell’Udc, Gianpiero D’Alia, che aggiunge: ‘E’ necessario che della questione si occupi con urgenza, acquisendo tutti gli atti d’indagine, anche la Commissione Antimafia, che gia’ da tempo ha rivolto la sua attenzione sugli interessi criminali nel campo dell’energia eolica’.










Lascia un commento