Manovra: quote latte; Casini, ascoltare Galan, no a ricatti Lega

(ANSA) – ROMA, 10 LUG – ‘In queste ore sta avvenendo una cosa molto grave sulle quote latte nonostante l’impegno coerente del ministro Galan che ha chiesto di rispettare la legge, cioe’ le regole, cioe’ la moralita’, e dare un segnale ai cittadini onesti abolendo l’emendamento sulle quote latte che consente ai cosiddetti splafonatori, di essere ancora una volta sanati’. Lo ha detto il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini intervistato dal Gr1 sulla vicenda. ‘Mi sembra che questo emendamento – ha aggiunto – sia nell’agenda della maggioranza, sia stato approvato e si prepari ad essere inserito nel maxi-emendamento.

Chiediamo al governo di dare un segnale ai cittadini onesti: sulle quote latte nuove truffe non sono accettabili, bisogna che chi deve pagare le multe le paghi perche’ non si puo’ chiedere una manovra di sacrifici cosi’ come ci chiede l’Europa e poi consentire che i sacrifici li facciano solo i cittadini onesti e i disonesti, coloro che dovevano mettersi in regola ancora una volta sanati’.
‘E’ una grande questione morale – ha concluso – che in questo momento si sta discutendo in Parlamento. Noi chiediamo al governo di ripristinare la legalita’ di appoggiare la linea del governo espressa da Galan e non certo quella ancora una volta di sottostare ai ricatti della Lega’.










Lascia un commento