Pdl: Libè, guerra civile interna blocca riforme

(ANSA) – ROMA, 11 LUG – ‘Le lacerazioni e le liti che stanno caratterizzando la vita del Pdl, cosi’ come gli scambi di insulti tra rappresentanti di primo piano, in un altro Paese europeo avrebbero gia’ prodotto qualche seria conseguenza’. Lo dichiara il deputato dell’Udc Mauro Libe’.

‘Qui da noi, invece – prosegue l’esponente centrista – e’ normale che all’interno di uno stesso partito si verifichino scontri impensabili anche per una vasta ed eterogenea coalizione. E tutti sembrano dimenticare che questa atmosfera da guerra civile all’interno della maggioranza rende impossibile la realizzazione delle riforme di cui l’Italia ha bisogno’.

‘Non siamo interessati a posti di Governo – prosegue Libe’ – ma vogliamo una svolta per garantire un futuro al Paese. E mi pare difficile che cio’ possa verificarsi con un partito di maggioranza nei fatti non piu’ esistente e completamente asservito alla Lega, uno dei grandi mali dell’Italia’ ‘Berlusconi – conclude – prenda atto della situazione e si faccia promotore di una nuova stagione di collaborazione con l’opposizione per modernizzare l’Italia e portarla fuori dalla crisi’.(ANSA).










Lascia un commento