‘Ndrangheta: Tassone, serve rivolta etica e culturale

Roma, 16 lug. (Adnkronos) – ‘Serve una rivolta etica e culturale che coinvolga tutti. L’ignoranza e’ l’ignoranza e resta tale, ma quello che preoccupa e sconvolge di piu’ sono i silenzi e le coperture’. Mario Tassone, deputato dell’Udc e membro dell’Antimafia, commenta l’editoriale di Antonello Montante, delegato di Confindustria nazionale per i rapporti con le Istituzioni preposte al controllo del territorio, dedicato all’operazione anti ‘ndrangheta sull’asse Reggio Calabria-Milano di due giorni fa.

Tassone spiega all’ADNKRONOS: ‘Due giorni fa c’e’ stata una grande operazione anti ‘ndrangheta che conferma le cose piu’ volte denunciate in Antimafia e su cui da tempo stiamo lavorando. Che ci sia un traffico enorme in termini di investimenti e riciclaggio di danaro sporco attraverso connivenze forti anche nel Nord del Paese, e’ un fatto acclarato. Mi auguro che anche da parte di Confindustia ci siano atti e posizioni conseguenziali in tutte le parti del Paese. Credo che tutti dobbiamo sentirci partecipi, perche la debolezza e’ di tutti, ma anche la forza e’ di tutti. Bisogna -dice Tassone- trovare un modo per coinvolgere tutti, serve una rivolta’ etica e culturale. Ci sconvolgono i silenzi e le coperture, sara’ anche compito dell’Antimafia -assicura- accertare perche’ ci sono stati’.

 










Lascia un commento