Governo: Casini, non ci serve posto a tavola ma affrontare riforme

Roma, 19 lug. (Adnkronos) – ‘Escludo l’entrata in questo governo, perche’ non servono le cose vecchie, il trasformismo ne’ aggiungere un posto a tavola per Casini e l’Udc. Serve invece la possibilita’ di affrontare veramente questioni impopolari come quella delle riforme, che sono sul tavolo del governo, ma che nessun governo e nessuna maggioranza ha vgolia di affrontare per paura di perdere le elezioni successive’. Lo dice il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, intervistato a ‘In onda’, il programma di approfondimento condotto da Luisella Costamagna e Luca Telese, su La7.

‘De Gasperi -aggiunge- diceva che gli uomini politici si dividono in due categorie: i politicanti e gli statisti. Gli statisti pensano al futuro del paese, i politicanti alle future elezioni. Ecco, qui pensiamo un po’ tutti alle future elezioni…’. ‘L’Italia -rimarca il leader centrista- e’ a un bivio, la situazione internazionale ci richiede atti di coraggio. Mi auguro che chi e’ al governo e chi e’ all’opposizione, decidano di ‘sporcarsi le mani’ con un approccio nuovo, come quello richiede il paese’.

‘Ci riusciremo? ci sara’ o meno questo governo? Non sono un esperto in previsioni -sottolinea Casini- ma credo che serva al paese. E tanti che in pubblico dicono che ho torto, in privato mi dicono invece che ho ragione, ma che questo e’ difficile da realizzare. Da Berlusconi a Bersani -spiega ancora il leader dell’Udc- in privato quasi tutti ti dicono ‘questa e’ una soluzione, ma…. Vediamo questo ‘ma’ -conclude- cerchiamo di avere il coraggio di abbandonare le nostre certezze per cercare una cosa che serve al paese’.










Lascia un commento