Sicilia: Udc insiste su governo delle emergenze, Lombardo decida

(AGI) – Palermo, 20 lug. – Il gruppo dell’Udc all’Assemblea regionale siciliana ribadisce “l’esigenza improcrastinabile di formare con tutti i partiti che ci stanno un governo delle emergenze che sia a termine e che fissi alcuni temi da affrontare con immediatezza nell’interesse esclusivo dei siciliani: manovra finanziaria correttiva, soluzione della vicenda del precariato e misure per il rilancio delle imprese e dell’economia in Sicilia”. Riunito oggi alla presenza del segretario regionale Saverio Romano e di Antonio Recca, presidente del coordinamento regionale, il gruppo dell’Udc afferma in una nota che “si adoperera’ per il contenimento della spesa – spesso superflua – dell’amministrazione finanziaria, al fine di evitare sprechi e sperpero del denaro pubblico, e anche per questo chiede l’anticipazione del Dpef da trattare adesso e comunque prima della pausa estiva, per proporre subito una strategia concreta ad uscire dalla crisi congiunturale che la colpisce”. I deputati centristi invitano dunque il presidente della Regione, Raffaele Lombardo, “ad esprimersi ufficialmente sulle richieste formulate dall’Udc posto che, seppur lusingati dagli apprezzamenti e inviti dei suoi alleati l’Udc, continua a ritenere che la proposta per le prospettive di governo in Sicilia debba provenire esclusivamente dal governatore che se ne assume la totale responsabilita’”.










Lascia un commento