Mezzogiorno: Bianchi, da politica di annunci si passi ai fatti

ROMA (ITALPRESS) – “Dietro alle buone intenzioni del governo di responsabilizzare le regioni del Sud, si cela in realta’ la volonta’ di abbandonarle al loro destino”. È il commento di Dorina Bianchi, vicepresidente dei senatori Udc, al Rapporto Svimez sull’economia del Mezzogiorno 2010. “In piu’ occasioni – osserva l’esponente centrista – il governo ha dato prova di una politica incoerente: prima dice di voler sostenere i territori sottosviluppati stanziando i fondi Fas, salvo poi utilizzare gran parte di questi ultimi per scopi che con il Sud hanno ben poco a che fare, ad esempio per pagare le multe delle quote latte degli allevatori del Nord, oppure per finanziare progetti come quello della ‘Valle del Po’. Al di la’ di tali forme di finanziamento – aggiunge – che comunque possono essere una ‘boccata d’ossigeno’, ma che certo non risolvono i problemi strutturali di un sistema socio-economico, il governo farebbe bene a recuperare il progetto, avanzato dalla stessa maggioranza, della fiscalita’ di vantaggio per il Sud, che preveda interventi specifici tenendo conto delle diverse velocita’ di sviluppo delle regioni. Mi domando, poi, che fine abbia fatto il progetto della Banca del Sud e tutti i bei propositi di risolvere le difficolta’ di accesso al credito delle imprese meridionali. Ricordo al governo – conclude Bianchi – che non e’ mai troppo tardi per passare dalla politica degli annunci a quella dei fatti”.

 










Lascia un commento