Governo: Casini, più bizzarro fare larghe intese senza Berlusconi

Roma, 20 lug. (Apcom) – Il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, giudica bizzarra l’idea di un governo di larghe intese con Silvio Berlusconi ma Pier Ferdinando Casini non è d’accordo e rilancia la sua ipotesi: “Le larghe intese senza Berlusconi mi sembrano un’idea ancora più bizzarra, come andare al ristorante senza pane e companatico, Berlusconi è parte del sistema politico, pensare a un governo di armistizio senza di lui è un’idea astratta”.

Il leader Udc ne parla durante un’intervista a ‘Un giorno da pecora’ su Radio Due. “In passato i democristiani sapevano che c’era Pci, non gli piaceva, ma il dialogo lo si faceva con il Pci – spiega Casini -, capisco che alla sinistra Berlusconi non piaccia, ma ha vinto le elezioni e bisogna dialogare con lui, l’avversario lo sceglie il popolo non lo scegli tu, oppure non si fa un governo di armistizio e la sinistra può continuare a fare qualche girotondo, qualche manifestazione”.










Lascia un commento