Governo: Casini, e’ in affanno, per Berlusconi ultima fase

(ANSA) – ROMA, 20 LUG – ‘Il governo e’ in affanno, arrancante. Berlusconi e’ entrato nell’ultima fase, quella in cui si tira a campare’. E’ duro il commento del leader dell’UDC, Pier Ferdinando Casini, che in un’intervista al settimanale Oggi parla del futuro del Pdl, delle difficolta’ del centrosinistra e dell’ipotesi di un governo di larghe intese.

‘Sento parlare – e’ uno dei passaggi dell’intervista a Casini – di un nuovo partito del predellino. Ma se, come l’altra volta, si trattera’ dell’ennesima scorciatoia per non affrontare i problemi, sara’ anche peggio del primo. Non abbiamo visto niente di travolgente nascere da quel predellino. Anzi’.

Anche il Pd, pero’, e’ messo male: ‘Sa solo fare retorica al traino di Di Pietro – e’ l’opinione di Casini – si irrigidisce in un atteggiamento sterile, un antiberlusconismo che non va da nessuna parte’.

Per uscire fuori da questa situazione ‘serve un atto di responsabilita’ nazionale’, secondo Casini, che boccia l’ipotesi delle larghe intese. ‘Nella maggioranza c’e’ uno scontro fortissimo, si parla di un governo di larghe intese con Tremonti premier. Sarebbe l’ennesima scorciatoia. Ci piaccia o no, Berlusconi e’ il leader, il Pdl e’ lui. Confidare in Bruto perche’ tolga di mezzo Cesare e’ il modo inventato da qualcuno per raggiungere l’obiettivo, evitando di sporcarsi le mani. Non e’ credibile’.

Infine una battuta: se dovesse trovarsi su un’isola deserta con D’Alema, Fini e Rutelli, di chi farebbe a meno? ‘Prima di tutto metterei mano al portafoglio – risponde Casini – ma se devo fare un governo di solidarietà nazionale, non mi resta che rischiare. E navigare con chi va per gli stessi mari’.(ANSA).

 

 

 










Lascia un commento