Governo. Casini: poche cose buone e tanti spot

(DIRE) Roma, 22 lug. – Berlusconi invita i militanti del Pdl a ricordare le tante cose buone fatte dal governo ma Pier Ferdinando Casini, leader dell’Udc, intervistato da Repubblica tv, non e’ d’accordo: “Si’ il governo avra’ pure fatto qualcosa di buono… a L’Aquila non sono sotto le tende, a Napoli ha rimosso la spazzatura dalle strade anche se non c’e’ la certezza che il problema non si riproporra’. Ma a L’Aquila ora viene il difficile: il centro storico e’ distrutto e i lavori non iniziano. Insomma, ho visto poche cose buone e tanti spot, come quello del piano casa di Berlusconi, con il premier che dopo un anno si e’ lamentato perche’ non e’ riuscito a costruirne nemmeno una, come era prevedibile”.

Insomma, per Casini l’esecutivo decide qualcosa e subito dopo torna indietro: “E’ stata abolita l’Ici, in tutte le citta’ del mondo, 8 su dieci la proporzione, le tasse locali cadono sugli immobili. Noi abbiamo abolito l’unica tassa federalista… Ora la Lega vuole introdurre la ‘service tax’ che e’ l’Ici con un altro nome. Il governo procede per strappi”.










Lascia un commento