Manovra: Pezzotta, subito in pratica tagli emolumenti

(ANSA) – MILANO, 22 LUG – Piace a Savino Pezzotta, coordinatore dell’Unione di Centro in Lombardia, e ai consiglieri dell’Udc in Consiglio regionale la ‘dieta’ agli emolumenti di presidente, assessori e consiglieri di cui ha parlato oggi il governatore, Roberto Formigoni.

‘E’ un’ottima idea da mettere subito in pratica’, e’ il commento di Pezzotta, convinto che la sforbiciata ai costi della politica in Regione Lombardia ‘permetterebbe un risparmio significativo di denaro che si potrebbe utilizzare per venire incontro ai problemi legati alla crisi economica e occupazionale’.

Nel rivendicare la paternita’ di questa iniziativa (‘E’ un’idea ignorata da tutti che abbiamo portato avanti durante la campagna elettorale’), Pezzotta sostiene che il taglio degli stipendi ‘sarebbe un atto significativo di fronte alla crisi economica e soprattutto al dilagare della corruzione e degli appetiti loschi e affaristici legati al mondo della politica’.

D’accordo anche il capogruppo Udc in Consiglio regionale, Gianmarco Quadrini, che ha gia’ delle stime a disposizione: ‘Con un taglio del 10% all’indennita’ dei soli consiglieri regionali e dei presidenti delle societa’ a partecipazione regionale – fa sapere – si risparmierebbero piu’ di 2 milioni di euro l’anno’. Il calcolo – come spiega ancora Quadrini – comprende, oltre a quelli dei consiglieri regionali lombardi, anche i compensi per i presidenti delle societa’ a partecipazione regionale come Aler, Fiera Milano o Corecom e dei direttori generali delle 15 Asl e delle 29 Aziende Ospedaliere in Lombardia.(ANSA).










Lascia un commento