Eolico: Udc, fiducia Cappellacci condizionata al cambiamento

(ANSA) – CAGLIARI, 27 LUG – E’ una fiducia ‘condizionata’ quella che arriva al governatore della Sardegna, Ugo Cappellacci, dai banchi dell’Udc. Una fiducia – spiega il consigliere centrista, Roberto Capelli, durante il dibattito in Aula -, ‘in un cambiamento, quindi condizionata’, perche’ ‘non abbiamo iniziato bene, non stiamo andando bene e non voglio che fra tre anni lei e noi veniamo bocciati’.

Prima la fiducia, ‘perche’ parlano gli atti’, poi il rilancio dell’azione di governo, ‘senza perdere un minuto’, conferma il segretario regionale dell’Udc, Giorgio Oppi, che ha comunque difeso il presidente della Regione. ‘Sono convinto che niente di illecito e’ stato fatto – ha detto convinto – Non avremo mai accettato che l’Arpas avesse potuto rilasciare entrambe le autorizzazioni per l’eolico’. Pietro Pittalis, del Pdl, ha richiamato il primato della politica, ‘deve essere piu’ intransigente della stessa magistratura’, ha sottolineato, ma ha censurato la mozione come ‘un gioco strumentale con il solo fine di infangare e di destabilizzare’.

Dai banchi dell’opposizione, l’ex assessore dell’Urbanistica della Giunta Soru, Gian Valerio Sanna (Pd), ha rilanciato le accuse a Cappellacci chiedendono le dimissioni perche’ ‘anche il rimpasto – ha chiarito – non sara’ una medicina miracolosa’.

All’attacco anche l’ex governatore Renato Soru: questa e’ una discussione – ha detto – che serve a ‘dare un segnale forte per far sapere che le cose stanno andando male’ e a dare voce allo ‘scontento e all’indignazione di larga parte della Sardegna’.










Lascia un commento