Brancher: Mantini, sua condanna conferma questione morale

(ANSA) – ROMA, 28 LUG – ‘La condanna a due anni dell’ex ministro Aldo Brancher per ricettazione e appropriazione indebita nell’ambito dell’Affaire Antonveneta conferma la gravità della questione morale in Italia’. Lo afferma in una nota il deputato centrista, Pierluigi Mantini.

‘Brancher – continua l’esponente dell’Udc – gode della presunzione di innocenza fino a sentenza definitiva ma non puó negarsi che il governo Berlusconi offra ogni giorno motivi di allarme sul piano della legalità. La stessa improvvisa nomina di Brancher a ministro conferma una spiegazione inquietante anche per il ruolo che la Lega ha avuto nella vicenda Antonveneta.

Occorrono segnali forti, a partire da una legge piú severa sulla corruzione, che questo governo non è in grado di dare’.(ANSA).










Lascia un commento