Mafia: D’Alia, testo farsa, ddl va migliorato

(AGI) – Roma, 28 lug – “Il blitz della maggioranza teso a blindare il testo, in commissione ed in aula sul piano antimafia, serve solo a camuffare, dietro l’ennesimo disgustoso spot, la volonta’ di iscrivere alcune fondamentali norme antimafia senza alcun controllo del parlamento”. Lo dice in una nota il presidente dei senatori dell’Udc e componente della commissione Antimafia, Gianpiero D’Alia. “Se si vuole fare un buon testo antimafia, occorre inserire alcune importanti disposizioni sui collaboratori di giustizia, sulle certificazioni antimafia, su appalti, subappalti, noli a freddo e a caldo, inasprimento delle pene per il 416 bis e 416 ter, autoriciclaggio. Cosi com’e’, il testo serve solo al governo per consumare qualche piccola o grande vendetta antimafia e a buttare ulteriore fumo negli occhi”. “La decisione scorretta, assunta dai presidenti delle commissioni Giustizia ed Affari costituzionali di esaminare stanotte gli emendamenti che abbiamo proposto, indica che non si vogliono affrontare i problemi centrali del contrasto al crimine organizzato e che si vuole con pervicacia sospetta approvare una delega in bianco al governo in una materia molto delicata. Noi – conclude D’Alia – non parteciperemo a questa farsa in commissione e ci riserviamo ogni iniziativa per migliorare il testo dagli evidenti profili di incostituzionalita’ in aula la prossima settimana”.










Lascia un commento