Strage Bologna: Cesa, non servono divisioni ma coesione nazionale

(AGI) – Roma, 2 ago. – “Le sferzanti parole pronunciate dal Presidente Napolitano, a trent’anni dalla strage di Bologna, spingano la politica e le istituzioni a favorire con ogni mezzo la ricerca della verita’: lo chiede il Paese ma soprattutto lo chiedono le famiglie delle vittime, per cui questa rappresenta una ferita ancora aperta”. E’ quanto afferma Lorenzo Cesa nella nota in cui il segretario Udc spiega che “abbiamo sperato invano che anche questo anniversario non fosse contraddistinto dalle solite polemiche: in momenti come questi, davanti a uno degli episodi piu’ tristi e oscuri della storia italiana, non servono divisioni ma una forte coesione nazionale nel ricordo delle vittime e contro ogni forma di terrorismo”. 










Lascia un commento