Governo: Buttiglione, incontro Udc-Fli-Api-Mpa apre nuova stagione dialogo

Roma, 3 ago. (Adnkronos) – ‘L’incontro tra i gruppi Udc-Api-Fli-Mpa ha due significati molto importanti che vanno oltre le alchimie politiche. Nel merito della mozione di sfiducia, la comune propensione alla linea dell’astensione, che andra’ sottoposta ai rispettivi gruppi parlamentari, si propone di rinnovare il clima sulla giustizia riportandolo nell’alveo della ragionevolezza per ritrovare un nuovo equilibrio: c’e’ stata la stagione in cui ogni avviso di garanzia era una condanna senza appello, poi, anche a seguito di abusi da parte di certa magistratura, e’ venuta la stagione del garantismo a oltranza’. E’ quanto dichiara il presidente dell’Udc, Rocco Buttiglione.

‘Bisogna ritrovare l’equilibrio del rispetto del lavoro dei magistrati e della presunzione di innocenza degli imputati, con la capacita’ di distinguere tra condanne politiche e opportunita’ politica. L’istituto della sfiducia e’ straordinario, non se ne puo’ abusare e non si possono imporre dimissioni a presunti innocenti, salvo elementi clamorosi. Ci puo’ essere l’opportunita’ politica delle dimissioni e l’invito alle dimissioni, che va pero’ comunque affidato alla valutazione della coscienza personale e che non puo’ essere imposto con un atto di forza’, sottolinea.

‘Secondo punto fondamentale e’ che ci troviamo di fronte a un gruppo di 80-90 deputati, un numero rilevante per il nostro Parlamento, meta’ della maggioranza e meta’ dell’opposizione, che rimarranno fedeli ai rispettivi patti con gli elettori, che decidono di intraprendere la via del dialogo sulla base della comune sensibilita’ istituzionale e del comune amore per l’identita’ e l’unita’ d’Italia. E’ opportuno che questo dialogo continui, ed e’ possibile -dice Buttiglione- che segni l’inizio di una nuova stagione di dialogo nella politica italiana’.










Lascia un commento