Governo: Casini cita Battisti, Terzo Polo? Lo scopriremo vivendo

Roma, 3 ago. (Apcom) – “Quello che succede in futuro, come diceva la canzone, lo scopriremo solo vivendo”. Se la cava così, citando la famosa canzone di Lucio Battisti ‘Con il nastro rosa’, il leader dell’Udc, Pier Ferdinando Casini, quando al Tg3 gli viene chiesto se la convergenza con Fli, Api e Mpa sulla mozione di sfiducia a Caliendo sfocerà in qualcosa di più.
Di certo, l’ex presidente della Camera non vuole sentire parlare di terzo polo: “Il terzo polo è già l’evocazione di qualcosa che si muove nei meandri ristretti degli schematismi politici. Al paese invece servono cose nuove, non vecchie”.

“Oggi – sottolinea Casini – è nata un’area di responsabilità nazionale che non ha indulgenze verso il giustizialismo come quello di Di Pietro ma che sa che la questione morale esiste ed è grande come un macigno. Altro che Ponzio Pilato, la nostra è una responsabilità che dovrebbe essere sottoscritta anche da chi non la pensa come noi”.
“Se Berlusconi cadrà o meno dalla torre – conclude il centrista – è una questione che interessa tutti noi ma intanto la gente non arriva a fine mese”.










Lascia un commento