Puglia: Sanità; Curto, sì al dialogo Regione-Governo

(ASCA) – Bari, 5 ago – ‘La proroga concessa dal Governo nazionale alla Regione Puglia per la definizione del Piano di rientro deve costituire l’occasione per far rientrare il confronto tecnico-contabile nell’ambito di una equilibrata dialettica politica’. E’ quanto dichiara in una nota il vicecapogruppo Udc in Consiglio regionale della Puglia, Euprepio Curto.
‘Se tali speranze non andranno deluse – puntualizza – anche la Regione Puglia dovra’ fornire il proprio contributo alla risoluzione di una questione da cui dipendera’ in gran parte il futuro della Puglia e dei Pugliesi, tenendo ben distinto l’aspetto economico-finanziario da quello relativo a questioni di legittimita’ costituzionale’.
‘Nel primo caso – prosegue l’ex senatore – ci permettiamo di suggerire alla Regione Puglia di subordinare l’esecutivita’ dei processi d’internalizzazione al rispetto dei saldi finanziari concordati col Governo, previa verifica in sede tecnica, procedendo in questa particolare fase con la dovuta cautela, limitando cioe’ l’iter dell’internalizzazione ai servizi che abbiano dignita’ di Lea e per i quali sia chiaramente dimostrata l’economicita’ della operazione’.
‘Resta confermata nel secondo caso – conclude Curto – l’opinione ripetutamente espressa, e cioe’ che il ricorso da parte del Governo alla Corte Costituzionale appare, esso si’, profondamente illegittimo e lesivo delle prerogative della Regione. In poche parole: una deprecabile ritorsione politica’.










Lascia un commento