Governo: Buttiglione, se si andasse al voto Berlusconi dovrebbe trattare

Roma, 6 ago. (Adnkronos) – ‘In caso di elezioni anticipate, Berlusconi non avrebbe la maggioranza alla Camera e al Senato. ovrebbe comunque trattare: il tempo del potere assoluto e’ finito’.

Lo dice il presidente dell’Udc, Rocco Buttiglione, parlando con i cronisti a Montecitorio. ‘Quello che e’ successo in Aula -sottolinea l’esponente centrista- e’ importante, non e’ una manovra di Palazzo. erche’ c’e’ una base elettorale nel Paese, valutata dal 15 al 35%, disposta ad appoggiare una forza diversa dal Popolo della liberta’ e diversa anche dalla sinistra’.

Quanto all’ipotesi di un grande centro, Buttiglione spiega: ‘Puo’ piacere ad alcuni, non ad altri. Magari Bocchino sogna una ‘grande destra’. Io posso sognare un grande centro, non e’ proibito. Quello che e’ importante -rimarca l’esponente centrista- e’ che si sta delineando un’area, culturale prima ancora che politica, che non crede che Berlusconi sia l’Unto del Signore e non crede nemmeno che sia l’Anticristo ma vuole occuparsi dei problemi del Paese e rispettare la legalita”.

Tutto cio’ ‘fuori da quest’assurda contrapposizione per la quale ci si occupa tutto il tempo dei problemi di Berlusconi e mai dei problemi dei 3.900 licenziati di Telecom, dei 4.700 licenziati di Unicredit, della Fiat che un giorno sale e l’altro precipita, e dei tanti italiani che oggi faticano a mettere insieme il pranzo con la cena. La politica -taglia corto- di questo si deve occupare’.










Lascia un commento