Costi politica: Marche, Udc, “bene Regione sui tagli fatti”

(AGI) – Ancona 8 ago. – “Rispetto le opinioni di Mirco Ricci, di cui ho grande stima e amicizia. Non so se le sue opinioni sono anche quelle di tutto il gruppo consiliare del PD regionale, ma l’assetto di Giunta come per tutte le regioni d’Italia, sia a guida PDL che del PD, rispondono a precisi equilibri politici di maggioranza, che se rimossi comportano conseguenze politiche che alterano la stessa maggioranza”.

Lo afferma in una nota Maura Malaspina, capogruppo Udc alla Regione Marche, in relazione alle dichiarazioni del capogruppo del PD sul taglio degli assessori esterni. “Il taglio delle spese – sottolinea – operato con tempestivita’ dal Presidente Spacca a seguito dei tagli imposti dal Governo Berlusconi, che incidono sui servizi essenziali dei cittadini marchigiani e sullo sviluppo del sistema produttivo regionale, ha riguardato gia’ i costi della politica, ma non possono essere confusi con il taglio degli organi democratici”. E aggiunge : “Lo stesso governo Berlusconi pur avendo fatto tagli importanti alla spesa pubblica, si e’ guardato bene dal ridurre i Ministri e Sottosegretari. Ne ha ridotto le indennita’ ma non il numero; anzi, ha ampliato i Ministri (Brancher, Brambilla e Fazio) e sottosegretari, apprestandosi, come preannunciato, a farne altri”.
“L’Udc – conclude Maura Malaspina – sta apprezzando molto la serieta’ e l’impegno del governo e della maggioranza regionale e ne intende rafforzare l’intesa e l’operativita’ attraverso un migliore e piu’ incisivo collegamento, perche’ si realizzi nei tempi piu’ rapidi possibili il programma premiato dagli elettori con una larga maggioranza di voti”.










Lascia un commento