Casa An: Mantini, contro Fini illazioni forcaiole

(ANSA) – ROMA, 10 AGO – ”Chiedere una condanna prima ancora dell’avvio delle indagini e’ davvero da forcaioli”. Il deputato Udc Pierluigi Mantini interviene cosi’ sulla vicenda della casa di An. ”Il premier e i suoi giornali – aggiunge – sono garantisti e giustizialisti secondo convenienza. La verifica di settembre sulla giustizia la faccia prima all’interno del Pdl”.
Secondo il parlamentare centrista, ”la rogatoria richiesta dalla Procura di Roma alle autorita’ di Montecarlo sui passaggi di proprieta’ dell’ex appartamento di An dimostra in modo inequivoco che non vi e’ alcuna documentazione ufficiale sulla vicenda. Come possono i garantisti del Giornale di casa Berlusconi lanciare una raccolta di firme – prosegue – per le dimissioni del Presidente della Camera se non ci sono neppure i documenti?”.
”I presunti otto punti da chiarire – sostiene ancora Mantini – sono illazioni da praticanti procuratori sovietici, che neppure tentano di dimostrare il vantaggio personale che Fini avrebbe conseguito nella vicenda”.










Lascia un commento