Puglia: Curto, sì a ‘legalità organizzata’ contro criminalità

(ASCA) – Bari, 11 ago – ‘L’appello lanciato dal procuratore Laudati a realizzare una legalita’ organizzata, da contrapporre alla criminalita’ organizzata, va raccolto senza indugio alcuno da tutti i settori e le categorie sociali impegnati a debellare i nuovi e inquietanti rigurgiti criminosi che stanno interessando la nostra regione’. Lo dichiara in una nota il consigliere regionale della Puglia, Euprepio Curto (Udc), a lungo componente della Commissione Parlamentare Antimafia, commentando le dichiarazioni fatte ieri dal procuratore distrettuale antimafia di Bari, Antonio Laudati.

‘Il procuratore Laudati – prosegue l’esponente Udc – ha messo sapientemente il dito nella piaga dell’indifferenza che molto spesso accompagna, favorendoli, questi fenomeni. Ed e’ un richiamo al ruolo che le diverse organizzazioni sociali, ed in primo luogo la famiglia, devono rivestire e svolgere senza delegare a terzi le proprie importanti funzioni’.

‘Il richiamo del procuratore – sottolinea il consigliere – deve essere fatto proprio anche dalla politica che, di fronte alla sempre maggiore specializzazione delle cosche (e al sempre piu’ consistente potere finanziario) deve aggiornare i propri metodi di analisi e valutazione, mettendo a disposizione della Magistratura e delle Forze dell’Ordine gli strumenti piu’ idonei per fronteggiare i fenomeni criminali’.

‘Rimane comunque necessario – conclude Curto – affiancare alle politiche repressive, adeguate e idonee politiche di sviluppo, capaci di creare occupazione, in modo da sottrarre al crimine comune e organizzato quella manovalanza di cui le cosche si servono per i propri progetti criminosi’.










Lascia un commento