Governo: Buttiglione, la Costituzione non e’ bipolare

(AGI) – Roma, 16 ago. – “Il ministro dell’Interno Maroni e il ministro della Giustizia Alfano hanno un ruolo troppo delicato per mettersi a forzare la Costituzione in modo strumentale”. Lo dice il presidente dell’Udc, Rocco Buttiglione, che aggiunge: “La Costituzione italiana non e’ bipolare ma parlamentare, e il suo sistema di pesi e contrappesi e’ un baluardo della democrazia. Se la maggioranza non c’e’ piu’ e il governo si dimette, la parola torna al Capo dello Stato ed eventualmente al Parlamento. Questa e’ la procedura che non viola la Costituzione, non altre. Non c’e’ nessun ‘obbligo’ di elezioni anticipate”.

Secondo Buttiglione “altra cosa e’ il giudizio politico sull’opportunita’ o meno di un nuovo governo, e di quale nuovo governo. Anche noi siamo contro un governo che sia pasticciato, e si puo’ ritenere poco opportuno un governo che non contempli chi come Berlusconi ha ottenuto la maggioranza dalle urne.

Resta il fatto che se si dovesse andare ad elezioni anticipate in questo momento di crisi il Paese potrebbe soffrirne, e comunque il ricorso alle urne, che certo noi non temiamo, forti anche dall’aver avuto ragione, sarebbe il segno del fallimento del governo, della maggioranza e del Pdl”.

 










Lascia un commento