Giustizia: Mantini, processo breve? Meglio un’amnistia

(ANSA) – ROMA, 20 AGO – ‘L’Udc al Senato ha votato contro il cosiddetto ‘processo breve’ che estingue migliaia di processi allo scopo di chiudere i processi di Berlusconi. Ribadiamo la contrarieta’ a quel disegno di legge che e’ irrazionale, iniquo e di dubbia costituzionalita’ anche perche’ ha la sostanza di una amnistia mascherata approvata a maggioranza semplice’, afferma Pierluigi Mantini (Udc) componente della commissione affari costituzionali di Montecitorio.

‘Se l’attuale maggioranza ritiene di insistere su questa strada – aggiunge – allora e’ meglio prendere in considerazione l’ipotesi di una amnistia condizionata che poteva essere fatta gia’ al tempo dell’indulto. Le finalita’ devono essere quelle della deflazione del carico giudiziario e anche del sovraffollamento delle carceri per i reati meno gravi, che sono problemi veri, e le procedure quelle della maggioranza qualificata prevista dalla Costituzione. Si puo’ ragionare su un’intesa ampia in parlamento senza diktat ne’ pretese ‘ad personam”.(ANSA).










Lascia un commento