Governo: Buttiglione, Bossi vada pure avanti senza Udc se è capace

Roma, 25 ago. (Adnkronos) – ‘Bossi dice andranno avanti senza l’Udc? Sono parole scontate, nessuno ha mai chiesto di entrare in questo governo e in questa maggioranza. A Bossi dico: andate avanti pure senza di noi, se ne siete capaci…’. Rocco Buttiglione risponde per le rime a Umberto Bossi che ha ribadito il suo veto ad una eventuale allargamento della coalizione ai centristi. Il presidente dell’Udc dice all’Adnkronos: ‘Prima che ci sia un cambiamento, devono bere il loro calice fino in fondo e devono diventaree consapevoli della loro incapacia’ di governare, che non dipende solo dalla rottura tra Fini e Berlusconi, ma dal venir meno del progetto politico del Pdl’.

Insomma, insiste Buttiglione, ‘con noi si puo’ fare un altro governo, un governo di responsabilita’ nazionale aperto a tutti coloro che si rendono conto di come sia drammatica la situazione del paese, ma certamente non entreremo mai in questa maggioranza’.

Buttiglione esclude accordi con Pier Ferdinando Casini sulla base di ‘scambi’ tra il federalismo e il quoziente familiare e assicura: ‘Non c’e’ nessuna trattativa in corso con Berlusconi. C’e’ solo l’emergere della ragionevolezza della nostra posizione e anche di alcune sintonie con le componenti piu’ ragionevoli del Pdl’.

Buttiglione vede possibili convergenze sui temi piu’ cari al suo partito, a cominciare dal quoziente familiare e dalla giustizia. ‘E’ chiaro -spiega- che se loro portano in Parlamento il quoziente familiare, noi lo votiamo, visto che e’ una nostra proposta e sarebbe assurdo non portarla in porto’.
‘E’ chiaro -aggiunge l’ex ministro- che noi vogliamo provvedimenti che mettano fine alla guerra tra politica e magistratura. Il lodo Alfano costituzionale, ad esempio, potrebbe essere ragionevole, ma non sarebbe affatto ragionevole, invece, un ‘processo breve’ che significherebbe dire: niente processi e tanti saluti al dolore e alla richiesta di risarcimento delle vittime’.
Quanto al nodo del federalismo, cavallo di battaglia della Lega, Buttiglione precisa: ‘Noi la pensiamo come il cardinale Bagnasco: un federalismo per unire si’, ma un federalismo per spaccare l’Italia no’.










Lascia un commento