Roma: Ciocchetti, ricostruiamo tutte le periferie degradate

Roma 25 ago. – (Adnkronos) – ‘Demolire e riqualificare non solo Tor bella Monaca ma tutte le periferie degradate’. E’ quanto dichiara in una intervista su un noto quotidiano nazionale il vice presidente della Regione e assessore all’Urbanistica Luciano Ciocchetti’. ‘La questione va affrontata non in modo ideologico. Dobbiamo pensare – continua Ciocchetti – ad un progetto piu’ complessivo, che non si limiti a Tor Bella Monaca, ma ripensi a quelle periferie, sorte negli anni 60/70, che andrebbero riqualificate. C’e’ gia’ stato un dibattito su Corviale, sono stati abbattuti i ponti di Laurentino 38 – ricorda nella sua intervista Ciocchetti – Altro scempio da rivedere. Torre Angela’.

 

‘Penso al nostro litorale devastato dalle costruzioni abusive, esempio evidente Torvaianica. Abbattere e ricostruire puo’ avviare una riqualificazione del territorio. Tutto questo puo’ essere avviato solo con un piano serio e con una normativa chiara, demolire e ricostruire per riqualificare. Realizzabile – aggiunge Ciocchetti – in quelle periferie in molti casi cresciute abusivamente, con un accordo fra amministrazioni pubbliche e imprenditoria illuminata. Da ottobre parta un grande confronto, culturale e scientifico, che coinvolga anche l’opposizione e le forze imprenditoriali per una lungimirante opera di riqualificazione urbanistica’.

‘Bisogna essere concreti e non fermarsi agli annunci – prosegue- Guardiamo a Berlino, dove si sono ricostruiti pezzi di citta’ demolendo l’esistente. Serve un quadro economico dettagliato, le finanze pubbliche non sono sufficienti. E’ importane lavorare – sottolinea l’assessore all’Urbanistica – su cubature esistenti, prevedendo certo anche dei premi di cubatura, perche’ questo consente di non andare ad attaccare aree libere. Il nodo e’ normativo la competenza principale e’ della regione, che puo’ promuovere uno strumento cornice d’intervento, proseguendo un percorso gia’ cominciato con il piano casa’.










Lascia un commento