Roma, nomadi: Onorato, bisogna abbandonare lo scontro politico

(ASCA) – Roma, 27 ago – ‘Se davvero si vuol metter fine al grave problema che affligge da sempre la Capitale e’ necessario abbandonare lo scontro politico’. E’ quanto afferma in una nota di cordoglio per la tragedia della Muratella, Alessandro Onorato, capogruppo Udc in Campidoglio, secondo il quale ‘fino quando a Roma ci saranno campi abusivi saremo condannati ad assistere a queste tragedie annunciate’.

‘Gli eterni e strumentali conflitti politici – spiega Onorato – non portano soluzioni efficaci ma solo due vittime designate: i rom, o stranieri delle piu’ disparate nazionalita’, che vivono in alloggi di fortuna, fatiscenti, privi di igiene e dignita’ umana, e i cittadini romani confinanti con i campi abusivi che sono costretti a vivere nell’insicurezza, nel degrado e a subire le eventuali problematiche sociali che si sommano a quelle gia’ presenti in quei quadranti specifici’.

‘Per mettere in campo – prosegue l’esponente Udc – serie ed efficaci politiche per l’integrazione, per la solidarieta’, e per trovare strumenti efficaci contro gli accampamenti abusivi e’ giunta l’ora, oggi piu’ che mai, di deporre l’arma dello scontro politico’.

‘Il Sindaco Alemanno e la sua Giunta – conclude – si impegnino e aprano con l’opposizione un confronto permanente e costruttivo per censire, riorganizzare e mettere in sicurezza i tanti campi rom della citta’. Solo con il dialogo, la concertazione e la collaborazione di tutti si puo’ metter fine a questa vera e propria piaga sociale’.










Lascia un commento