Universita’: Formisano, graduatorie nazionali contro lotteria

(ANSA) – ROMA, 2 SET – ‘Siamo pienamente d’accordo con Beppe Severgnini quando sul Corriere della Sera definisce quella dei test d’ingresso all’universita’ una vera e propria lotteria. A questo proposito, lo scorso aprile ho presentato una proposta di legge che introduce una graduatoria unica a livello nazionale per i corsi di laurea in medicina, chirurgia, odontoiatria e architettura, in linea con quanto accade negli altri Paesi europei’. E’ quanto afferma, in una nota, la deputata dell’Udc Anna Teresa Formisano, componente della commissione Attivita’ Produttive di Montecitorio.

‘In Italia infatti – spiega Formisano – ogni anno molti studenti meritevoli vivono la beffa di essere esclusi dai corsi a numero chiuso nonostante ottimi test d’ingresso: questo per via delle alte soglie di risposte corrette nel loro ateneo, magari a fronte di soglie medie piu’ basse in altre universita’ che avrebbero permesso loro di superare facilmente la prova di ammissione’.

‘La mia proposta di legge – spiega Formisano – consta di un articolo unico, senza aggravi per le casse dello Stato, che se fosse stata calendarizzata in tempo avrebbe ristabilito un principio di equita’ sociale, premiando i migliori studenti italiani e non solo quelli capitati nell’ateneo giusto. Invito il ministro Gelmini, appassionata di quizzoni ma poco informata sugli effetti collaterali, a portare all’attenzione del Parlamento la mia proposta di legge per rimediare, almeno in vista del prossimo accesso, a questo vulnus di meritocrazia che si sta verificando nelle universita’ italiane’.










Lascia un commento