Carceri: Udc, bene decreto, ma c’e’ poco da esultare

Roma, 7 set. (Apcom) – Il provvedimento approvato oggi in consiglio dei ministri per “disciplinare il trasferimento delle persone condannate dall’Italia verso lo Stato di cittadinanza per la regolare esecuzione delle pene detentive” è certamente positivo, ma l’esaltazione che ne dà il ministro della giustizia a fronte della pochezza dei numeri è il segno del fallimento della politica del governo che non ha fatto nulla di tutto quello che aveva promesso in materia carceraria”.Lo dichiara in una nota Roberto Rao capogruppo Udc in commissione giustizia di Montecitorio.

“I numeri del sovraffollamento sono drammatici e se oggi si esulta perchè nei prossimi mesi – in un periodo ancora indefinito e se tutto andasse secondo le più rosee previsioni – solo 1.214 detenuti saranno messi nelle condizioni di scontare nel paese europeo di origine la pena,- aggiunge Rao- vuol dire che si continua ad affrontare l’emergenza non con l’approccio degli interventi organici e della responsabilità ma con quello degli spot e degli annunci”.










Lascia un commento