Governo: Buttiglione, noi centro forte, se si vota Berlusconi dovra’ trattare

Roma, 8 set. (Adnkronos) – ‘Ascolteremo con interesse Berlusconi quando verra’ in Aula a fine settembre. Credo che alla fine risultera’ che ha la stessa maggioranza numerica, ma politicamente sara’ un’altra cosa perche’ i tempi dell’onnipotenza sono finiti.

Sara’ una maggioranza a tre: Fini-Berlusconi-Bossi’. Lo dice all’Adnkronos il presidente dell’Udc, Rocco Buttiglione.

‘La situazione -spiega l’esponente centrista- e’ che il processo politico del Pdl e’ finito ma c’e’ una maggioranza in Parlamento. Durera’? Non lo sappiamo. Invito pero’ a non forzare i toni: il paese ha bisogno di un impegno forte per il lavoro e l’occupazione. Ricordo a me stesso che da qui a maggio si rinnovano 500-550 miliardi di euro di debito pubblico italiano. E’ un’operazione che sarebbe meglio non fare con un governo dimissionario e con appuntamenti elettorali in corso’.

Quanto all’ipotesi di elezioni anticipate, il presidente dell’Udc rimarca: ‘Conosciamo bene l’irresponsabilita’ dei politici italiani. Forse la Lega pensa di guadagnare 60-80 parlamentari e anche Di Pietro fa lo stesso ragionamento: cercheranno di forzare per le elezioni anticipate. Non credo che questo sia un bene per il paese, ma se si andasse alle urne emergera’ di sicuro un centro forte e Berlusconi dovra’ trattare con noi. Da questo punto di vista, per lui tanto vale che tratti con Fini adesso. I tempi dell’onnipotenza sono finiti’, taglia corto Buttiglione.

 










Lascia un commento