Rom, risoluzione PE: C. Casini,problema da non strumentalizzare

(ANSA) – STRASBURGO, 9 SET – ‘Non basta gridare contro la discriminazione, magari strumentalizzando reali e gravissimi problemi allo scopo di fare polemica partitica. Ho votato a favore della risoluzione Weber (presentata dal Ppe e dai conservatori dello Ecr, ndr) perche’ equilibrata e costruttiva’. Lo ha detto Carlo Casini, capo della delegazione Udc nel Ppe al Parlamento europeo, commentando il voto sulla risoluzione sui Rom.

‘Bisogna riaffermare con forza i principi di non discriminazione e di libera circolazione e i diritti e i doveri che ne discendono – ha aggiunto – Piu’ importante ancora e’ avviare le concrete riforme che risolvono i problemi in modo da attuare i diritti umani fondamentali’.

‘L’immigrazione e’ un problema europeo – ha concluso l’europarlamentare cattolico – ed e’ giunto il momento, come chiede la risoluzione del mio gruppo politico, di affrontarlo in sede europea. L’architettura dell’Unione e’ stata pensata sul presupposto di una stabilita’ territoriale dei popoli membri. Il nomadismo, in quanto caratteristica di un popolo, deve anch’esso essere rispettato, ma occorre che l’inclusione sia attuata nel segno della solidarieta’, con regole europee, senza l’improvvisazione di singoli Stati. Questa e’ l’indicazione della risoluzione che ha meritato il nostro consenso oggi’.










Lascia un commento