Governo: Ciccanti, Udc coerente, non possiamo votare fiducia

(ANSA) – ROMA, 14 SET – ‘Per elementari ragioni di coerenza l’UDC non potrebbe mai sostenere con il proprio voto la nuova mozione programmatica di Berlusconi in quanto rafforzativa di una maggioranza che rimane tale e quale a come e’ stata votata nel 2008, pur con le fragilita’ che ha manifestato e seguitera’ a manifestare nel tempo’. Lo dice l’esponente dell’UDC Amedeo Ciccanti.

‘Casini, a Chianciano – osserva – ha riaffermato con lucida lealta’ verso il corpo elettorale questa elementare verita’ che non va confusa nel gioco delle parole con cui Berlusconi da anni confonde gli italiani, facendosi ‘concavo e convesso’ a seconda delle sue utilita”.










Lascia un commento