Chiesa: Carra ricorda Madre Teresa di Calcutta, un genio della santita’

Roma, 20 set. – (Adnkronos) – Una donna d’acciaio, di una grande finezza intellettuale, un genio della santita’. Enzo Carra, deputato dell’Udc, autore di numerosi reportage televisivi, tra cui l’ultima intervista a Madre Teresa di Calcutta, ricorda cosi’ la Beata in occasione del centenario della nascita. “Era il gennaio del 1995 – racconta Carra all’Adnkronos – e la incontrai in occasione di un mio viaggio a Calcutta, dove ero andato per scrivere una sceneggiatura”.

“Il regista mi chiese di fare un’intervista a Madre Teresa, cosi’ chiesi all’ambasciatore italiano – spiega Carra – ma la risposta e’ sempre stata negativa. Allora io, non del tutto convinto, uno dei primi giorni che ero a Calcutta andai a messa da lei. Erano le 5,30-6 del mattino e mentre salivo le scale per arrivare alla cappella una religiosa incrocio’ la mia strada: era Madre Teresa. Le chiesi di parlarle e lei mi invito’ alla messa del giorno seguente. Dopo la celebrazione la raggiunsi e mi ha offri’ del the con il latte e le raccontai del reportage che volevo realizzare. Lei si alzo’ ando’ nella sua stanza e scrisse a macchina una lettera che indirizzava a tutte le opere di calcutta, una sorta di ‘lasciapassare’ per mettermi di vedere la loro realta’ da vicino”.

“Una volta tornato, ripassai un’altra volta da lei che disse contenta del lavoro che avevo fatto perche’ aveva saputo che non avevamo infastidito nessuno. I volontari che si era radunati attorno nell’occasione mi fecero una festicciola: e’ l’unico vero ricordo importante della mia vita. La sua umilta’ – racconta ancora – e’ un insegnamento che resta all’umanita’”.

 










Lascia un commento