Giustizia: Mantini, lodo deve essere non reiterabile

 

 

(ANSA) – ROMA, 29 SET – ‘Non corrisponde al vero che l’Unione di Centro si accontenta dell’esclusione dei ministri dal lodo costituzionale sulla sospensione dei processi’. Lo sottolinea Pierluigi Mantini della Commissione Affari Costituzionali della Camera (UDC). ‘ Come richiesto dalla Corte Costituzionale nelle decisioni del 2004 e del 2009 la nuova garanzia costituzionale – dice – deve essere anche non reiterabile nel senso che si puo’ garantire la sospensione temporanea dei processi per il sereno esercizio del mandato istituzionale in corso e non anche per il futuro. In tal caso verrebbe ad essere alterato il corretto equilibrio tra esigenze di giustizia e politica. Il parlamento ha gia’ votato nel 2008, con la quasi unanimita’, la non reiterabilita’ della garanzia. Non vi e’ ora ragione – conclude – per una soluzione diversa che sarebbe inaccettabile e incostituzionale’.










Lascia un commento