Sanita’: Ciocchetti, si esce da crisi solo con decisioni forti

Roma 2 ott. (Adnkronos) – “Le polemiche di queste ore sul piano sanitario, confermano la mancata comprensione della grave situazione in cui ci troviamo. I provvedimenti che la presidente e commissaria alla sanita’ Renata Polverini ha adottato, dovevano essere assunti da molto tempo, ma nessuno in passato ha avuto il coraggio e la responsabilita’ di farlo. E’ stato troppo facile invece far precipitare la sanita’ del Lazio in un baratro economico e organizzativo profondo”. Lo afferma Luciano Ciocchetti dell’Udc vice presidente della regione Lazio.

“Tutti abbiamo parlato di riconvertire una serie di piccole strutture ospedaliere – continua Ciocchetti – che non possono essere piu’ classici ospedali ma che invece possano meglio offrire un’alternativa di servizi sanitari piu’ idonei e efficaci. Bisogna smetterla di fare sterili polemiche e aprire alle possibilita’ di veder finalmente approvato il piano di rientro dal debito e quindi la possibilita’ di poter riorganizzare il sistema sanitario del Lazio.

Servono potenziamenti ed investimenti – aggiunge Ciocchetti – mirati e necessari a qualificare la risposta alle esigenze di salute dei cittadini’. ‘Coniugare la fase necessaria del sacrificio con una fase di investimento sara’ quello che faremo nei prossimi mesi con un confronto con tutte le parti. Ci auguriamo che tutti possano comprendere nella sua complessita’ questa situazione e partecipino con responsabilita’ alle necessarie decisioni assunte e da assumere.
Inaccettabili sono alcune prese di posizione – conclude Ciocchetti – di rappresentanti di importanti enti, che non hanno alcuna competenza in materia di sanita’. Un conto e’ chiedere di essere informati, un altro e’ fare uno sgarbo istituzionali non partecipando ad appuntamenti posti proprio al confronto”.

 

 










Lascia un commento