Università: riforma, anche Udc presenta 50 emendamenti

(DIRE) Roma, 4 ott. – Anche l’Udc ha presentato una cinquantina di emendamenti alla riforma. “Non abbiamo nessuna intenzione di affossare la riforma- spiega Luisa Capitanio Santolini- ma vogliamo migliorarla. Nei nostri emendamenti proponiamo che ci sia una maggiore autonomia per gli atenei, mentre oggi il ddl ha troppi commi, lacci e lacciuoli che mortificano le universita’ considerandole tutte uguali dal Politecnico di Torino all’universita’ di Messina”.

L’Udc chiede “meno poteri per il rettore e piu’ per il Senato Accademico”. Quanto ai ricercatori, il partito di Casini chiede “una terza fascia della docenza ad esaurimento per favorire chi fino ad oggi ha insegnato, ma senza riconoscimenti. Questi lavoratori potrebbero diventare docenti aggregati, ma sarebbe un ruolo ad esaurimento fino a quando non andranno a regime le nuove figure a termine della ricerca”.










Lascia un commento