Venezia: Udc, Legge la riconosca ‘citta’ a statuto speciale’

(ANSA) – VENEZIA, 11 OTT – La nuova legge attribuisca a Venezia lo status di ‘citta’ a statuto speciale’. La proposta e’ contenuta nel documento politico dell’Udc sulla modifica della Legge Speciale per la citta’ della laguna presentato oggi a Venezia dagli assessori comunali Ugo Bergamo e Roberto Panciera insieme al segretario regionale del partito on.Antonio De Poli.

‘Con legge dello Stato si dovra’ riconoscere che Venezia, la sua salvaguardia e il suo futuro – sottolinea il documento – sono problema ‘di preminente interesse nazionale’, degno quindi di specifico riconoscimento istituzionale da coniugare nel contesto di un corretto federalismo. Ne consegue la necessita’ di un nuovo modello di governance che dovrebbe passare dall’attuale ‘Comitato interministeriale’ ad un piu’ funzionale ‘Comitato paritetico Governo-Comune-Regione”.

Condividendo l’esigenza di una ‘profonda modifica’ dell’attuale Legge Speciale, l’Udc ritiene pero’ essenziale che la nuova normativa punti non solo alla salvaguardia fisica ed ambientale, ma anche e soprattutto socio-economica di Venezia e della sua laguna, vale a dire di quell’ ‘unicum’ costituito da centro storico-isole-laguna e terraferma.

In attesa della nuova legge – sottolinea il documento -, dovranno comunque essere garantiti i finanziamenti di circa 42 milioni di euro, tuttora bloccati, oltre a un flusso ‘costante e certo’ di finanziamenti statali come come quota-parte degli interventi per le grandi opere’. Le proposte dell’Udc comprendono tra l’altro un piano di incentivi con agevolazioni fiscali e tributarie ‘all’insegna del federalismo territoriale e un piano anti-esodo ‘strategico e di ampio respiro, a favore del mantenimento della residenza nel centro storico e nelle isole’. 










Lascia un commento